Jeep Renegade scheda tecnica
0

La più piccola tra le Jeep è attualmente costruita in Italia e condivide la sua base con la Fiat 500X. Con un abitacolo curato e molto spazioso in rapporto alle sue dimensioni esterne, è un veicolo molto apprezzato anche da chi si diletta nelle uscite in fuori strada. Proprio per questo ci sono diversi allestimenti in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza e preferenza.

Ma ora leggete l’articolo per scoprire ogni piccolo dettaglio della Jeep Renegade e scoprire se è l’auto per voi.

Le misure e le caratteristiche della Jeep Renegade

L’aggiornamento degli interni e della carrozzeria della piccola Jeep risalgono rispettivamente all’inizio del 2018 ed all’estate dello stesso anno: ad oggi il prezzo della Renegade parte da una base di 23.000 euro, nel suo allestimento entry level.

La nuova Renegade si distingue per dimensioni compatte (rimaste comunque invariate) in grado di renderla gradevole da guidare anche in spazi ristretto, come ad esempio nel traffico cittadino oppure su stradine di montagna: le dimensioni del veicolo sono di 180,5 centimetri di larghezza, 169,7 centimetri di altezza e 425,5 centimetri di lunghezza.

Spaziosa all’interno dell’abitacolo, non lo è però altrettanto a livello di bagagliaio: con il divano posteriore in posizione d’uso è di 351 litri che diventano 1297 con i sedili reclinati (resta però uno scalino che di certo non aiuta a caricare).

L’abitabilità invece è buona, e la Jeep è soprattutto ben accessibile anche nei posti dietro grazie ad un ampio angolo di apertura delle portiere che raggiunge gli 80°; completano le sue caratteristiche un abitacolo arioso con una posizione di guida alta ed in grado di offrire un’ottima panoramica di ciò che vi sta di fronte.

Una pecca è invece la visibilità posteriore: nelle manovre in retromarcia non sarete aiutati dal lunotto piccolo molto distante da terra e sarete così costretti ad affidarvi ai sensori.

La plancia rinnovata della Jeep Renegade ha visto un aggiornamento che consiste nel nuovo sistema infotainment, che prende il nome di Uconnet; ha un quadro strumenti che è posto dietro al volante e si caratterizza per il suo display centrale da cui potrete tenere sotto controllo tutte le informazioni principali per il funzionamento del veicolo.
Dal display potrete anche comandare le varie funzioni (come ad esempio il navigatore) e grazie all’app dedicata, che prende il nome di Jeep Skills, potrete tenere d’occhio beccheggio, trazione ed anche il rollio della vostra auto, assicurandovi il massimo del controllo per garantire il top della sicurezza stradale.

In ultimo la plancia è caratterizzata da un maniglione che è posto dalla parte destra, proprio davanti al passeggero, utile come appiglio ad esempio nei casi di uscite in fuoristrada; inoltre le novità dovute al lieve restyling hanno creato anche un utile vano dedicato al vostro smartphone.

Jeep Renegade: motori e prestazioni

Il suo comportamento stradale risulta piacevole e quindi è un veicolo in grado di offrire un buon comfort, nonostante la risposta delle sospensioni che risulta un po’ rigida sullo sconnesso (il fenomeno è enfatizzato dai cerchi in lega da 18 e 19).Con il raggiungimento di velocità autostradali sono presenti anche fruscii in buona parte causati dalla particolare forma squadrata della carrozzeria.

In base alla versione scelta varia poi l’attitudine a livello di fuoristrada della Jeep Renegade: ovviamente le versioni a trazione anteriore sono quelle più adatte ad un uso prettamente stradale, mentre le 4WD, grazie alla luce a terra che passa da 17,5 a 19,8 centimetri, sono in grado di affrontare senza problemi anche fondi innevati e sterrati, seppur di un certo impegno (è presente anche il limitatore di velocità per le discese).

Per gli usi più estremi è disponibile la particolare versione Trailhawk, dotata di motore 2.0 turbodiesel e di 170 CV, cambio automatico con 9 marce (di cui una prima particolarmente corta che si attiva solo durante la modalità fuoristrada) e di una luce di 21 cm a terra, oltre al differenziale posteriore bloccabile.

Questa versione è certamente la più adatta se siete soliti ad uscire spesso in fuori strada, in quanto le marce corte vi farebbero consumare di più e le gomme (tassellate) sono rumorose quando si sale di velocità sull’asfalto.

Nelle motorizzazioni e nelle versioni “normali” troviamo invece un 1.6 diesel con 120 CV, vivace e anche abbastanza parsimonioso a livello di consumi, ed un 1.0 (3 cilindri) a benzina che è regolare e silenzioso, ma piuttosto lento, soprattutto in ripresa.

C’è poi il più brioso motore 1.3 (con un pistone in più) e consumi non troppo bassi (simili al 1.0) che è però abbinato solo al cambio automatico, cioè il robotizzato con doppia frizione e sei marce per le trazioni anteriori (lento) e l’automatico con nove rapporti montato sulle versioni a trazione integrale (molto più vellutato).

La Jeep Renegade si configura quindi come un veicolo perfettamente in grado di soddisfare (quasi) tutte le vostre esigenze.

Puoi trovare Jeep Renegade usata sul sito web Cazoo!

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Guida all'acquisto