incentivi-auto-elettriche-2022-come-fare-averli
0

Per sostenere il settore automobilistico, il Governo sta pensando di varare un nuovo piano che prevede l’elargizione di cospicui incentivi per le auto elettriche nel 2022. La proposta tecnica definitiva è prevista entro la fine della seconda settimana di marzo. Gli ecoincentivi saranno poi attivi in seguito al decreto interministeriale specifico su proposta dello Sviluppo economico in accordo con Economia, Transizione ecologica e Infrastrutture e mobilità sostenibili.

Per l’anno corrente la cifra prevista è di 700 milioni di euro che diventeranno 1 miliardo all’anno dal 2023 al 2030. L’idea è quella di usare 500-600 milioni per gli incentivi, mentre la restante parte sarebbe indirizzata alla politica industriale per supportare le aziende che hanno intenzione di convertire la produzione nell’elettrico.

Come funzionano gli incentivi

Il piano degli incentivi previsto per il 2022 dovrebbe avere a disposizione una cifra corrispondente a 700 milioni, come abbiamo detto nelle righe precedenti. L’idea è di finanziare per il 75% le auto a bassa emissione e per il 25% quelle con emissioni fino a 135 grammi di C02 al chilometro.

Stando alla bozza in attesa di approvazione, la parte più grande dell’incentivo sarebbe riservata all’acquisto di veicoli “full electric” (0-20 grammi di Co2 per chilometro). Ma andiamo a vedere nel dettaglio la suddivisione:

  • per l’acquisizione di auto “full electric” (0-20 grammi di Co2 per chilometro) con tetto massimo di prezzo di listino di 35.000 euro Iva esclusa, è previsto il bonus più grande: 6.000 euro con rottamazione di un veicolo di categoria inferiore a Euro5, 4.000 senza rottamazione;
  • per quanto riguarda l’acquisto di ibride plug-in, nella fascia intermedia 21-60 grammi di CO2 al km, il prezzo massimo è fissato a 45.000 euro Iva esclusa, mentre il bonus è di 2.500 euro con rottamazione e 1.000 senza;
  • per l’acquisto di veicoli tra 61 e 135 grammi di Co2/km con prezzo di listino a 35.000 euro Iva esclusa, il bonus sarebbe di 1.250 euro e soltanto in caso di rottamazione.

Divisione risorse 2022

Nell’anno le risorse verrebbero divise – secondo l’attuale bozza – in questo modo:

  • alle prime due fasce (fino a 60 grammi di CO2) 450 milioni di euro:
  • fino a 135 grammi di CO2 sono previsti 150 milioni di euro.

Per gli anni successivi la situazione potrebbe essere differente, ma sicuramente non mancherà un intervento che vada a finanziare in modo significativo anche la filiera che riguarda la conversione ai motori elettrici.

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Dice la legge