Cruise control adattivo
0

Il cruise control adattivo è ancora un accessorio che spesso viene proposto come opzionale su diversi modelli di auto, mentre è di serie su veicoli di lusso o comunque dotati di allestimenti di un certo pregio, generalmente dal segmento D in su. Il suo funzionamento è intuitivo e semplice all’atto pratico, ma molto complesso tecnologicamente. Il veicolo mantiene la distanza di sicurezza costante adeguando la velocità in base alle condizioni di traffico.

Cos’è il cruise control adattivo

Il cruise control adattivo, a differenza di quello tradizionale che si limita al mantenimento costante della velocità selezionata dal guidatore, agisce in base alla distanza di sicurezza e alle condizioni di traffico. Ciò genera una maggiore tranquillità nel guidatore il quale è coadiuvato nella guida dai sistemi elettronici. Velocità e distanza di sicurezza si adeguano in seguito ad un’analisi in tempo reale delle circostanze stradali, effettuata per mezzo di sensori.In altre parole il cruise control adattivo è un sistema intelligente di regolazione di velocità e distanza di sicurezza che funziona considerando il traffico e l’andatura degli altri veicoli che precedono.

Come funziona il cruise control adattivo

Il cruise control adattivo risponde ad un principio semplice, ottenuto però con una tecnologia decisamente complessa, composta da un insieme di sensori e centraline che lavorano in modo sinergico per garantire il mantenimento della velocità e della distanza di sicurezza.

Dal punto di vista pratico, il guidatore imposta una velocità con una rotellina o con un tasto a bilancino posto generalmente sul devioluci: tale valore sarà la velocità massima che il veicolo potrà raggiungere adeguandosi alle condizioni di traffico. Ciò significa che il veicolo potrà autonomamente decidere di ridurre la velocità in base ad auto più lente che precedono, a frenate improvvise oppure a rallentamenti. I sistemi di controllo adattivo della velocità più evoluti hanno anche la possibilità di mantenere una distanza di sicurezza costante, regolando la velocità di marcia.

Le tecnologie impiegate sono diverse e chiamano in causa centraline e sistemi che possono interessare più comparti del veicolo. Rilevatori radar, sensori, telecamere presenti nel parabrezza e nella mascherina anteriore, raccolgono le informazioni sulle condizioni di viabilità che si verificano nello spazio che precede l’auto, le inviano alle diverse centraline la quali operano in modo da intervenire sui diversi dispositivi: freno, acceleratore a in alcuni casi addirittura volante.

La percezione di ostacoli da parte dei vari sistemi riesce a generare una riduzione di velocità progressiva. Quando le condizioni di traffico lo consentono, il cruise control adattivo riporta automaticamente l’auto a viaggiare alla velocità impostata inizialmente.

Ciò comporta un minore impiego dell’acceleratore, una guida più rilassata e un minor stress durante le situazioni di traffico intenso.
Il cruise control adattivo oltre a regolare la velocità in base alla distanza di sicurezza impostata, emette degli avvisi sonori per segnalare un imminente pericolo al guidatore, in modo che questo possa assumere il controllo del veicolo.

Il cruise control adattivo, secondo quanto proposto si diversi modelli di autovetture, è in grado di frenare da solo fino a generare l’arresto dell’auto, per poi ripartire automaticamente nel momento in cui l’auto davanti a voi riprende la sua marcia.

Cruise control adattivo e consumi di carburante

Molti ritengono che il cruise control tradizionale e quello adattivo siano utili per risparmiare carburante, ma non è propriamente così. La realtà è ben diversa. Il dispositivo favorisce una guida più rilassata ma non certo una riduzione dei consumi. Il regime di rotazione del motore aumenta nel caso in cui il tratto stradale è in salita e diminuisce quando è in discesa. Questo comporta continue accelerazioni e decelerazioni che avvengono elettronicamente che non contribuiscono certo a ridurre i consumi. È possibile effettuare una guida virtuosa disattivando il cruise control adattivo e lasciando l’incombenza al vostro piede destro.

Ciascuna casa automobilistica si avvale spesso di un proprio sistema di cruise control e questo sicuramente favorisce un livello di personalizzazione che porta il cliente a credere di essere in possesso di un dispositivo esclusivo. Sebbene questo in parte è vero, è giusto affermare che il sistema di funzionamento di base è lo stesso per tutti. Il cruise control adattivo risulta un insieme di tecnologie che vengono tra loro poste in interazione. Ciò che da un modello di auto all’altro può cambiare sono proprio queste, le quali possono rendere un sistema più o meno evoluto e performante rispetto ad un altro.

Comments

Comments are closed.

Altri articoli in Guide pratiche